1. Home
  2. news
  3. GIORNATA NAZIONALE DEL PERSONALE SANITARIO LECCO E’ PRESENTE
GIORNATA NAZIONALE DEL PERSONALE SANITARIO LECCO E’ PRESENTE

GIORNATA NAZIONALE DEL PERSONALE SANITARIO LECCO E’ PRESENTE

86
0

Il dottor Pierfranco Ravizza, Presidente dell’Ordine dei Medici e Odontoiatri della nostra provincia e il dottor Roberto Perroni, Presidente della Commissione Odontoiatri dello stesso ordine, hanno presenziato alla Terza Giornata del Personale Sanitario e Sociosanitario. Istituita nel 2021 per onorare il lavoro, l’impegno, la professionalità e il sacrificio del personale medico, sanitario, sociosanitario, socioassistenziale e del volontariato nel corso della pandemia da Coronavirus. Questa giornata rappresenta il modo con cui l’Italia vuole ringraziare tutti i sanitari e ricordare quanti hanno pagato con la loro vita l’impegno assunto di prendersi cura dei cittadini. Un impegno che non è mai venuto meno nonostante tutte le difficoltà, i pericoli e le fatiche di un periodo del quale parleranno anche i libri di storia. E proprio in queste pagine sarà ricordato l’impegno di queste donne e questi uomini per la salvaguardia della Salute pubblica.

Quest’anno, infatti, le undici Federazioni e Consigli nazionali degli Ordini delle Professioni sociosanitarie – oltre 1,5 milioni di professionisti tra medici e odontoiatri, infermieri, farmacisti, medici veterinari, professionisti dell’area tecnica, della riabilitazione  e della prevenzione, ostetriche, chimici e fisici, fisioterapisti, psicologi, biologi, assistenti sociali – hanno deciso di celebrare insieme questa giornata, la cui istituzione, per Legge, ha costituito un pubblico riconoscimento dell’attività quotidianamente svolta a tutela della salute dei cittadini.

La giornata alla quale hanno partecipato i due rappresentanti lecchesi si è svolta stamane lunedì 20 febbraio a partire dalle 9, nell’Aula Magna della Pontificia Università San Tommaso D’Aquino, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del Ministro della Salute Orazio Schillaci e di altre autorità.

Letture di brevi testi di scienziate e scienziati, poeti e poetesse si sono alternate con esecuzioni musicali della Red Shoes Women Orchestra, diretta dal Maestro Dominga Damato, composta da sole musiciste donne.

La scelta di privilegiare un’orchestra al femminile nasce dalla comune volontà di lanciare un segnale di attenzione per contrastare la violenza e gli episodi che la cronaca continua a registrare e che, purtroppo, sempre più spesso sono perpetrati, in particolare contro le donne e contro i professionisti sociosanitari a prescindere dal genere.

Promossa dal regista Ferzan Ozpetek e dal paroliere Mogol, la giornata è stata istituita con la Legge 13 novembre 2020 “per onorare il lavoro, l’impegno, la professionalità e il sacrificio del personale medico, sanitario, sociosanitario, socioassistenziale e del volontariato nel corso della pandemia da Coronavirus”. È stata scelta la data simbolica del 20 febbraio per ricordare il giorno in cui a Codogno venne scoperto il “paziente uno”.

Le professioni sociosanitarie – affermano i rappresentanti delle Federazioni e dei Consigli – sono, da sempre accanto a chi soffre e ha bisogno del loro aiuto. Anche nelle fasi più dure della pandemia, quando non c’erano ancora i vaccini e mancavano spesso anche i dispositivi di protezione individuale, l’assistenza non è mai venuta meno. Tanto che nella prima e nella seconda fase Covid-19 si contano circa 500 decessi tra i profesionisti sociosanitari e i contagi, che ancora proseguono negli ultimi mesi al ritmo di 5-8.000 ogni 30 giorni, hanno raggiunto, tra infezioni e reinfezioni, quota 474.000 al 6 febbraio, senza sostanzialmente più registrare, dopo l’avvento dei vaccini, casi gravissimi e decessi”.

Le Federazioni e i Consigli nazionali dei professionisti sociosanitari sostengono e dimostrano con la realizzazione della giornata, l’irrinunciabilità di una rappresentanza comune riconosciuta a livello istituzionale e che a livello istituzionale abbia voce in capitolo nella determinazione delle esigenze e delle scelte programmatorie necessarie alla qualità dell’assistenza sociosanitaria.

Roberto Perrone e Pierfranco Ravizza, rispettivamente rappresentante degli Odontoiatri lecchesi e presidente dell’Ordine dei Medici di Lecco

(Visited 86 times, 1 visits today)

LEAVE YOUR COMMENT