1. Home
  2. news
  3. LE COSTITUZIONI PER I NEO DICIOTTENNI
LE COSTITUZIONI PER I NEO DICIOTTENNI

LE COSTITUZIONI PER I NEO DICIOTTENNI

181
0

Lecco, 2 giugno 2023 – In occasione della Festa dello Studente, l’amministrazione comunale ha consegnato una copia della Costituzione ai neo diciottenni. Questo il messaggio del Sindaco Mauro Gattinoni:

Carissime ragazze, carissimi ragazzi,

un saluto a tutti voi, alle vostre famiglie, ai docenti presenti in piazza, alla Consulta Provinciale degli Studenti e a tutti coloro che hanno promosso questa bella giornata di festa.

Questo è uno dei momenti che preferisco da quando ho l’onore di essere Sindaco della città di Lecco. Incontrare tanti giovani e giovanissimi nella Festa dello Studente, alla vigilia della Festa della Repubblica, è un’occasione importantissima per un’Amministrazione come la nostra che ha il talento come bussola per le sue azioni rivolte ai ragazzi e alle ragazze della Città.

Perché il talento non è qualcosa di astratto e non è solo dote naturale c’è chi ce l’ha e chi non ce l’ha. Ma peggio ancora è chi ha del talento, e non lo mette a frutto, non lo coltiva con passione, serietà, perseveranza facendo emergere tutte le sfaccettature della vostra vita. Tutti voi ne avete almeno uno: si tratta di individuarlo e di farlo fiorire: mettetelo alla prova con i vostri amici, nel volontariato, negli oratori, nei gruppi sportivi e culturali e lì sperimenterete le vostre capacità:

E non abbiate l’ansia della performance: L’eccellenza, essere sempre i “numeri Uno”, essere “primi” , “prima” degli altri, mentre è più importante essere “insieme agli altri”

Non fatevi stroncare dai giudizi o dai pre-giudizi “La vita non è X Factor”. Ci sono le curve storte nella vita, ma occorre riemettersi in carreggiata! Ecco perché è fondamentale l’incoraggiamento.

Diciotto anni è l’età in cui potete firmare da soli le giustifiche di scuola, si può prendere la patente, firmate i contratti, in cui si assumono ufficialmente diritti e doveri dell’essere cittadini, dalla quale si può partecipare alle elezioni ed essere eletti. L’età, soprattutto, in cui si riceve la possibilità di esprimersi: il voto.

A 18 anni entrate nella comunità Politica, potete esprimere il vostro punto di vista che può cambiare le sorti della città, di una regione, di un Paese come l’Italia e addirittura dell’Europa! Ogni singolo voto è importante.

Entrate nella comunità politica, e per questo ho l’onore ed il dovere, come sindaco, di accogliervi in questa comunità così complessa, consegnandovi uno strumento per non perdere la strada, la bussola con cui navigarvi: la costituzione!

La nostra Costituzione, che oggi vi consegneremo, nell’articolo 48 sancisce il diritto di voto come personale, eguale, libero e segreto. Ma soprattutto ricorda a tutti noi che il suo esercizio è dovere civico. Che cosa significa? Non dare per scontata questa grande conquista di civiltà e di democrazia e ricordare, mettendola in pratica, quanti hanno dato la vita per la nostra libertà.

Come disse, infatti, Piero Calamandrei in quel “Discorso sulla Costituzione” che vi abbiamo consegnato: “Se volete andare in pellegrinaggio, nel luogo dove è nata la nostra Costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati, dovunque è morto un italiano, per riscattare la libertà e la dignità: andate lì, o giovani, col pensiero, perché lì è nata la nostra Costituzione.”

Retorica? Guardate OGGI i giovani che stanno combattendo a Kiev, in Ucraina, guardate OGGI le ragazze Iraniane, che vengono rinchiuse in casa, devono abbandonare l’università, anzi, vengono avvelenate quando vanno a scuola!

Entrate nella comunità politica, e allora Vi do una definizione di politica:“servizio al bene comune”. Avete la possibilità di impegnarvi attivamente a servizio degli altri, insieme ad altri amici e cittadini, perché la Politica vera è come l’aria: si sente quando manca!

Mi chiedono: “Sindaco, tu che social usi? Sei su tik tok?”

Politica è solo “marketing” e comunicazione? È farsi conoscere? E’ vendere alla gente quello che vuole sentirsi dire per poi andare a comandare, e fare quello che gli conviene, a loro ed alla propria filiera di interessi? Non nego: per alcuni la politica è questo. In Italià e stato, ed in alcuni casi purtroppo, è anche questo: esercizio del potere. Per me, la politica vera, è una sola come vi ho detto: “SBC”

E, guardate, tutto incomincia da voi, da qui, da un impegno per migliorare la nostra città. Iniziamo dal piccolo.

Vedete questo tabellone accanto a me? Sono riportate tutte le proposte che, negli altri anni, i neo-diciottenni ci hanno scritto in occasione di questa giornata e consegnato in quell’urna trasparente, come farete anche voi oggi. Ebbene, non sono rimasti dimenticati da qualche parte ma sono serviti come bussola per orientare le nostre scelte per una città più a misura di giovani.

In tantissimi, la stragrande maggioranza, avete chiesto spazi per stare insieme, fare sport: su questo abbiamo lavorato molto. Una prima risposta è arrivata con la creazione di tre aree di

skyfitness e del parco Eunice Kennedy Shriver, mentre è in corso la realizzazione del playground di Germanedo (con zona parkour e skate-park) e la ristrutturazione del centro Pertini. Cosa arriverà? Piccola, aule studio e i campi del Bione. In tanti avete chiesto eventi e una città più turistica: anche su questo, abbiamo lavorato per creare iniziative, occasioni, esperienze per tutti i gusti, concerti e occasioni culturali. Per quanto riguarda gli investimenti sul trasporto pubblico siamo orgogliosi della misura del “Ti porto io!”, che ha reso gratuito per tutti voi muoversi gratuitamente in città con l’autobus. Su altre cose, come maggiore pulizia in città, ci stiamo lavorando mentre ci sono due temi che avete richiesto ma sulle quali il Sindaco non ha competenza: una maggiore manutenzione delle vostre scuole, che spetta alla Provincia, e la creazione di un multisala, cosa che solo un privato può fare.

Questa è la dimostrazione concreta che farsi sentire e condividere le proprie idee è essenziale!

In conclusione voglio lasciarvi, dunque, con una parola: fiducia. Anche quando è difficile, anche quando sembra impossibile, abbiate fiducia in voi stessi e nella vostra nella comunità. Cercate e scegliete un adulto di riferimento, un parente, il genitore di un amico, un professore, un allenatore, un professionista. Non sentitevi soli e non scegliete la solitudine come via di fuga, non finite persi dentro uno schermo del tablet! Il mondo vero è fuori! Ci sono spazi e persone che possono accogliervi, sempre! con cui confrontarsi, scontrarsi. E davvero credete che non ci sia nessuno, sappiate che un sindaco c’è e ci sarà sempre! C’è per tutti i cittadini a tutte le ore del giorno e della notte, a maggior ragione per voi giovani!

Prendete, dunque, tra le mani questa Costituzione, leggetela, assaporatela, sentitela e fatela vostra. Perché come ha affermato la nostra concittadina onoraria, la Senatrice a vita Liliana Segre: “Non è poesia e non è utopia: è la stella polare che dovrebbe guidarci tutti”.

Grazie. Mauro Gattinoni Sindaco di Lecco

(Visited 181 times, 1 visits today)

LEAVE YOUR COMMENT