1. Home
  2. montagna
  3. VALMALENCO: CADONO NEL TORRENTE PER SALVARE IL CANE
VALMALENCO: CADONO NEL TORRENTE PER SALVARE IL CANE

VALMALENCO: CADONO NEL TORRENTE PER SALVARE IL CANE

576
0

Lanzada (SO), 24 agosto 2023 –

AGGIORNAMENTO H12: Sono terminate le operazioni di recupero dei corpi delle due ragazze che hanno perso la vita ieri in un torrente, nei pressi del ghiacciaio di Fellarìa, Alta Val Malenco. Impegnati oggi nell’intervento cinque tecnici specializzati nel soccorso in forra della squadra regionale lombarda, provenienti da diverse province, nove tecnici della Stazione di Valmalenco della VII Delegazione Valtellina – Valchiavenna del Cnsas – Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico.

La Guardia di finanza era presente con il Sagf e con l’elicottero, che stamattina all’alba ha portato in quota i soccorritori, nella zona del rifugio Bignami. Le squadre sono state dislocate in tre punti differenti e i soccorritori hanno ricominciato le ricerche. Poco dopo, hanno ritrovato una delle due ragazze, circa 200 metri più in basso rispetto al ponticello, e poi l’altra, 150 metri sopra la diga. Sono intervenuti anche i Vigili del fuoco.

AGGIORNAMENTO H10: Ritrovate stamattina senza vita le due escursioniste cadute ieri in un torrente in Alta Val Malenco, nei pressi del ghiacciaio di Fellarìa. Sono in corso le operazioni di recupero da parte dei tecnici del Soccorso alpino, VII Delegazione Valtellina – Valchiavenna.

+++

Riprendono questa mattina le ricerche di due donne lecchesi cadute ieri nel torrente che scende dal ghiacciaio Fellarìa, in Alta Val Malenco, territorio del comune di Lanzada, a una quota di circa 2500 metri.

Il cane che era con loro è caduto in acqua: la proprietaria ha cercato di salvarlo ma è scivolata e subito l’altra donna, secondo una prima ricostruzione, ha cercato di aiutarla ma anche lei è finita nel torrente.

Per ore i tecnici del Cnsas – Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico, il Sagf – Soccorso alpino Guardia di finanza e i Vigili del fuoco hanno collaborato nelle ricerche.

Per il Soccorso alpino erano presenti otto tecnici, più altri in base per il coordinamento e per eventuale supporto ai colleghi sul posto; è stato utilizzato anche il drone del Cnsas. I soccorritori sono stati portati in quota dagli elicotteri di Areu – Agenzia regionale emergenza urgenza decollati dalle basi di Bergamo e di Caiolo (SO), poi le squadre sono rientrate a piedi e con mezzi propri.

(Visited 576 times, 1 visits today)

LEAVE YOUR COMMENT