1. Home
  2. politica
  3. STUDENTATO IN VIA MARCO D’OGGIONO, GIOVANI DEMOCRATICI: AVANTI COSÌ
STUDENTATO IN VIA MARCO D’OGGIONO, GIOVANI DEMOCRATICI: AVANTI COSÌ

STUDENTATO IN VIA MARCO D’OGGIONO, GIOVANI DEMOCRATICI: AVANTI COSÌ

65
0

Lecco, 20 luglio 2023 – Nelle ultime settimane si è cominciato a discutere di un progetto cruciale per la città di Lecco, quello della riconversione dello stabile dell’ex Politecnico in via Marco d’Oggiono in uno studentato da 200 posti letto per gli attuali studenti universitari che studiano in città, circa un terzo del fabbisogno per i fuorisede.


“Una misura strategica che il Comune di Lecco e la Giunta Gattinoni hanno individuato per lo sviluppo della città, sempre più a misura di giovane. Uno studentato nel centro di Lecco sarebbe un grande passo avanti per ridurre il costo degli affitti, oltre che la scelta migliore per ridare vita all’edificio in via Marco d’Oggiono.” commenta Pietro Regazzoni, Capogruppo PD al Comune di Lecco.


“L’intervento – finanziato dal PNRR – si inserisce in una più ampia prospettiva volta a contrastare l’emergenza abitativa, sempre più denunciata dalla nostra generazione, che colpisce anche il nostro territorio, sul quale l’amministrazione ha già attivato una misura a supporto dei giovani under 35: un contributo di oltre 100.000 euro volto a favorire contratti a canone concordato con un sostegno al pagamento degli affitti pari a 5 mensilità, fino ad una cifra massima di 2000 euro per ogni anno di contratto.” aggiunge Nicolò Paindelli, Consigliere comunale PD.


I Giovani Democratici hanno deciso di contribuire in supporto al progetto, somministrando un questionario per gli studenti e le studentesse del Politecnico di Lecco. “Anche noi vogliamo fare la nostra parte” riferisce Giorgio Papa, referente cittadino GD “Abbiamo deciso di lanciare un’indagine su quanto spende oggi uno studente fuori sede per l’affitto e tutte le spese legate alla locazione, in modo da avere un quadro statistico dei destinatari di questa importante opera”.
“Il nostro supporto a chi trova nuove soluzioni abitative e garantisce il diritto all’abitare per i giovani non può mancare” conclude Pietro Radaelli, segretario provinciale GD “Diritto alla casa è diritto allo studio e le denunce di mancanza di questo diritto sono allarmanti. Raccogliamo anche nel nostro territorio il grido d’aiuto alzatosi nelle ultime settimane da centinaia di studentesse e studenti universitari, rimboccandoci le maniche e trovando soluzioni concrete a questo problema così complesso”.

(Visited 65 times, 1 visits today)

LEAVE YOUR COMMENT