1. Home
  2. news
  3. NUBIFRAGIO IN VALVARRONE, NOTTE DI PAURA
NUBIFRAGIO IN VALVARRONE, NOTTE DI PAURA

NUBIFRAGIO IN VALVARRONE, NOTTE DI PAURA

243
0

Valvarrone, 5 luglio 2023 – Nella tarda serata di ieri il comune di Valvarrone, in particolare Introzzo e Tremenico, sono stati coinvolti da un ondata di maltempo al momento. I paesi sono rimasti isolati fino al mattino. I Vigili del Fuoco del distaccamento di Bellano sono riusciti a piedi a raggiungere la zona per valutare la situazione.

Un automobilista è rimasto bloccato tra due frane ed è stato portato in zona sicura a Tremenico dai pompieri. Inteventi anche lungo il Varrone a Dervio. In mattinata le strade principali della Valvarrone sono state riaperte, con le luci del giorno i tecnici dei comuni effettueranno i sopralluoghi.

LA PIENA DEL VARRONE A DERVIO
Le forti precipitazioni hanno causato ingenti danni sul territorio della Valvarrone e di Dervio. “La piena straordinaria del Varrone – spiega il Comune – però è stata contenuta in modo perfetto dalle due opere di difesa a monte del paese. Come da progetto le due opere hanno bloccato una enorme quantità di legname evitando il ripetersi dell’evento del 2019 quando il legname nel Varrone aveva creato una diga al ponte della ferrovia provocando l’esondazione. Problemi rilevanti si sono avuti sul cantiere per il rifacimento degli argini ma sono stati danneggiati solo i veicoli della ditta impegnata nei lavori”.

Il sindaco Stefano Cassinelli, sul posto durante la notte spiega: “Nel modo più brutto sono state collaudate le opere di difesa per bloccare il legname del Varrone. Il risultato è stato ottimo. Ringrazio l’assessore Cariboni che ha subito fatto le verifiche e i progettisti il geologo Adamoli e l’ingegner Anselmini che durante la notte sono venuti a verificare la situazione confermando che le reti che erano piene di legname e il lago artificiale che si era formato sul Varrone rispondevano alle aspettative e quindi non vi era necessità di fare altre operazioni di emergenza. Ringrazio il vice sindaco Mainoni e naturalmente la Protezione Civile, i vigili del fuoco e le forze dell’ordine e il parroco don Andrea Molteni che ha messo a disposizione l’oratorio nel caso fosse necessario evacuare delle persone.

La cosa molto positiva è che il sistema di protezione progettato dopo l’alluvione del 2019 funziona in modo adeguato e mi complimento con i progettisti. Ora portiamo avanti le altre opere per aumentare ulteriormente la sicurezza di Dervio con l’aiuto di Regione Lombardia che ha finanziato le opere”.


(Visited 243 times, 1 visits today)

LEAVE YOUR COMMENT