1. Home
  2. arte e cultura
  3. DAL 2 MAGGIO “ITERFESTIVAL”
DAL 2 MAGGIO “ITERFESTIVAL”

DAL 2 MAGGIO “ITERFESTIVAL”

58
0

Monticello, 30 aprile 2023 – Da Paolo Nori, cui è affidata l’apertura del festival, alla storica e scrittrice Benedetta Tobagi; da Beatrice Salvioni, esordio e insieme caso letterario con il suo La Malnata, al giornalista e scrittore Antonio Caprarica. E ancora, per citare alcune tra le ospiti, l’immunologa Antonella Viola e scrittrici come Paola Cereda, Rosa Teruzzi e Cristina Ricci, il tutto per un’edizione che mette al centro la donna.

Quindici appuntamenti con gli autori delle principali novità editoriali del momento per IterFestival 2023, la manifestazione promossa dal Consorzio Brianteo Villa Greppi con la collaborazione de Lo Sciame Libri di Arcore e la direzione artistica di Martina Garancini e Claudia Frauto. In programma dal 2 al 27 maggio, l’attesa kermesse letteraria si snoderà, come sempre, tra i diversi comuni del Consorzio Villa Greppi, proponendo un fitto cartellone di incontri.

Quasi quattro settimane di chiacchierate con scrittori di primo piano ed emergenti per un’edizione che, quest’anno e come anticipato, ha come fil-rouge il tema “Universo donna”. «Insieme al Tavolo degli assessori, per il 2023 – spiega, infatti, Lucia Urbano, presidente del Consorzio Villa Greppi – abbiamo scelto la donna come filo conduttore. Si parlerà di donne, famose e non, ma soprattutto verranno affrontati gli argomenti più diversificati – non solo letteratura, ma anche storia, scienza, sport, psicologia e attualità – sempre da un punto di vista femminile. Mi auguro – conclude – che il tema susciti la curiosità e l’interesse anche del pubblico maschile».

«L’universo – così dalla direzione artistica del festival – è un insieme di pianeti, stelle, galassie, buchi neri, spazi insondabili ed energia. Non è definibile perché, in fondo, lo conosciamo così poco che le parole stesse non bastano a contenerlo. Possiamo solo metterci in ascolto, alzare lo sguardo e rimanere affascinati dal suo mistero. Ogni universo è unico come ogni donna è unica, come ogni storia, ogni punto di vista, ogni percorso. In questa edizione di Iter invitiamo il pubblico ad ascoltare le voci di alcune donne che sostengono metà di quel cielo così bello, così misterioso, così enorme, che spalanca sopra di noi l’Universo, un Universo che abbraccia e incanta, un Universo Donna».

Tutti gli appuntamenti

A inaugurare questo mese di festival è la serata di martedì 2 maggio, quando la kermesse prende il via da Correzzana in compagnia del noto scrittore e traduttore italiano Paolo Nori. Al centro dell’incontro – fissato per le 21, al Centro polifunzionale – Vi avverto che vivo per l’ultima volta, libro che ripercorre la storia di Anna Achmatova, grande protagonista della letteratura russa. Un evento, questo di apertura, che sarà arricchito dall’accompagnamento musicale a cura del violoncellista Federico Parnanzini.

Si prosegue con tre giorni pieni: il 4 maggio l’appuntamento è a Cassago Brianza (Sala consiliare, ore 21) insieme a Rosa Teruzzi, giallista, volto noto di Quarto Grado e autrice de Il valzer dei traditori, nuova avventura per Libera, la famosa fioraia-detective del Giambellino; il 5 maggio si raggiunge Triuggio (Sala consiliare, ore 21), dove è la volta dell’incontro con Cristina Ricci e il suo libro Lidia Pöet. Vita e battaglie della prima avvocata italiana, pioniera dell’emancipazione femminile, prima avvocata italiana, pioniera dell’emancipazione femminile; il 6 maggio, a Monticello Brianza (Biblioteca, ore 17), Alessandra Selmi presenta Al di là del fiume, romanzo che racconta cinquant’anni di storia italiana e le vicende del villaggio operario di Crespi d’Adda.

Dopo qualche giorno di pausa, il 10 ci si sposta a Barzago (Aula Civica, ore 21) con Amanda Colombo e il suo Meno male che ci siete voi, esordio letterario che è un inno alle librerie, luogo da cui ripartire dopo aver fatto i conti con il proprio passato. Appuntamento a Nibionno (Salone dell’Oratorio S. Luigi di Cibrone, ore 21) il giorno successivo, quando ospite di Iter sarà Katia Serra, ex calciatrice della Nazionale Italiana, commentatrice sportiva per la Rai nonché autrice del libro Una vita in fuorigioco, cronache dal mondo che tutti pensano di conoscere. Si parla de La Resistenza delle donne, invece, il 12 maggio a Missaglia (Monastero della Misericordia, ore 21) grazie alla partecipazione della storica e scrittrice Benedetta Tobagi, autrice di un volume che racconta un capitolo della Resistenza troppo spesso dimenticato e trascurato: l’impegno delle donne nella lotta di liberazione del nostro Paese dal nazifascismo. Chiude quattro giorni fittissimi l’immunologa e divulgatrice scientifica Antonella Viola, volto divenuto celebre durante la pandemia da Covid-19: il 13 maggio sarà a Sirone (Cineteatro Parrocchiale, ore 21) per presentare il suo ultimo libro, La via dell’equilibrio, scienza dell’invecchiamento.

Si riprende, poi, il 17 maggio a Viganò (Sala Consiliare, ore 21) con l’appuntamento in compagnia di Annalisa Monfreda, già direttrice di Donna Moderna, scrittrice e autrice di Ho scritto questo libro per non divorziare, mentre il 19 maggio alle 21, nell’Antico Granaio di Villa Greppi di Monticello Brianza, è la volta di Paola Cereda, psicologa specializzata in diritti umani e cooperazione internazionale e autrice di La figlia di ferro, qui accompagnata dalla musica del fisarmonicista Saro Calandi. In programma per sabato 20 maggio a Bulciago (Sala Conferenze S. Pertini, ore 21), invece, un reading teatrale dal titolo DIECICENTIMETRI: tratto da Mediterraneo – a bordo delle navi umanitarie di Caterina Bonvicini, l’evento vedrà intervenire l’attrice Lucia Vasini e la pianista Chiara di Muzio.

L’ultima settimana di festival ha in serbo ancora quattro incontri: si parte mercoledì 24 a Barzanò (Scuola Primaria “Ada Negri”, ore 21) in compagnia della psicologa e life coach Selene Calloni Williams e del Kintsugi, pratica giapponese che consiste nel riparare gli oggetti rotti con l’oro e che può essere allegoria dell’abilità di trasformare le ferite fisiche ed emotive in un’occasione di crescita e cambiamento. Si prosegue il 25 maggio a Verano Brianza (biblioteca, ore 21) con Beatrice Salvioni e il suo romanzo d’esordio La Malnata, caso letterario pubblicato contemporaneamente in tutta Europa: al centro della storia l’amicizia fra due adolescenti, Francesca e Maddalena, nell’Italia fascista. Per il penultimo appuntamento, il 26 si raggiunge Cremella (Sala parrocchiale Giovanni Paolo II, alle 21) per l’incontro con Liliana Rampello, critica letteraria, saggista e curatrice del libro AUSTEN. Romanzi e altri scritti, dedicato a Jane Austen. Un evento, questo, che sarà arricchito da un accompagnamento musicale a cura dell’arpista Federica Sainaghi.

Chiusura di festival affidata, infine, al giornalista, scrittore e saggista Antonio Caprarica, atteso per sabato 27 maggio alle 16.30 a Casatenovo (Villa Mariani) per un pomeriggio con protagonisti i retroscena della Royal Family inglese: un viaggio attraverso gli anni e gli eventi più significativi, alla scoperta di regine, principesse, re e principi del Regno Unito (l’evento sarà aperto da un Afternoon Tea a cura dell’Istituto G. Fumagalli di Casatenovo).

(Visited 58 times, 1 visits today)

LEAVE YOUR COMMENT