1. Home
  2. arte e cultura
  3. AL CINEMA AQUILONE IL RITORNO DI CASANOVA
AL CINEMA AQUILONE IL RITORNO DI CASANOVA

AL CINEMA AQUILONE IL RITORNO DI CASANOVA

61
0

Al Nuovo Aquilone questa settimana arriva in sala l’ultimo film di Gabriele Salvatores con Tony Servillo “Il ritorno di Casanova”.

Il film è in sala:

Giovedì 30/03 - 21:00
Venerdì 31/03 - ore 21:00
Sabato 01/04 - ore 21:00
Domenica 02/04 - 17:30 e 21:00

Il film segue una doppia narrazione: da un lato, le vicende di un attempato Casanova, ospite di un amico nella campagna veneziana, che deve fare i conti con la vecchiaia e il declino; dall’altro, un regista italiano di spicco, anch’egli in età avanzata, durante le riprese del film “Ritorno di Casanova”, si innamora e mette incinta una donna molto più giovane di lui.

La trama

“Come mai un altro film su Casanova?”. La provocazione di un giornalista a Leo Bernardi, regista di successo ormai sul viale del tramonto, coglie anche noi sui titoli di coda: c’era bisogno di un altro film su Casanova all’interno di un film sull’ennesimo regista in crisi che non riesce a fare un film?

Salvatores, per celebrare i primi (pluridecorati) quarant’anni di cinema, sceglie di guardarsi allo specchio accodandosi imperterrito alla schiera di colleghi che usano il meta-cinema come palcoscenico su cui riversare le proprie nevrosi. Il “Maestro” Bernardi, in crisi per la tormentosa passione con la giovane contadina Silvia, tira di spada, schitarra Dylan e s’intrattiene con qualche cortigiana nell’ultratecnologica dimora milanese. Tutto per dimenticarsi il film in cui s’è impelagato: il (cinematografatissimo) Ritorno di Casanova, ipotesto sempre il racconto di Schnitzler. Ma il tempo è tiranno: Alberto, storico produttore, s’è ipotecato la casa per portare il film a Venezia (visto il rimbalzo di festival l’autoironia si rivela feroce), il montatore Gianni (il fido Natalino Balasso) fa le nottate in moviola per assemblare il film, ma Leo è insofferente: finite le riprese s’è volatilizzata la voglia di montare, le allucinazioni di Silvia lo aggrediscono e un giovane regista in rampa di lancio rischia di spodestarlo definitivamente dalla scena lagunare.

Pronti, via, così, la mise en abyme egoriferita si fa – purtroppo- smaccata ed estenuante: il montaggio alternato di Julien Panzarasa allaccia subito la parabola discendente di Giacomo Casanova (Fabrizio Bentivoglio, altro fedelissimo, qui amatore bolso e scolorito) a quella del regista; entrambi spadaccini, entrambi braccati dal senso di angoscia per la fine dell’attrattività (cinematografica o erotica che sia), entrambi infatuati di una donna più giovane (va peggio a Giacomo che deve fronteggiare un aitante, giovane rivale) e costretti a giocare a dadi con la morte.

Il trailer
https://youtu.be/WRBs7a09kig

Biglietti

I biglietti de “Il ritorno di Casanova” si possono acquistare in sala il giorno della proiezione oppure online al seguente indirizzo: https://www.aquilonelecco.it/acquista-online/. Per ulteriori informazioni invitiamo a consultare il sito https://www.aquilonelecco.it/ e a iscriversi alla Newsletter settimanale

Per la seconda parte della rassegna del cineforum “La verità dentro la finzione”, visto il tutto esaurito della sessione serale, è stata aggiunta una proiezione pomeridiana tutti i martedì alle 16.00.

Allo spettacolo pomeridiano è possibile accedere anche acquistando il singolo biglietto, oppure l’abbonamento fino a maggio è acquistabile nei seguenti orari nella biglietteria del Nuovo Aquilone: giovedì, venerdì sabato e domenica dalle 21.15 alle 22.

(Visited 61 times, 1 visits today)

LEAVE YOUR COMMENT