1. Home
  2. news
  3. A BARZIO LA PRIMA EDIZIONE DEL “MICROCHIP DAY”
A BARZIO LA PRIMA EDIZIONE DEL “MICROCHIP DAY”

A BARZIO LA PRIMA EDIZIONE DEL “MICROCHIP DAY”

64
0

Barzio, marzo 2023 – Si è svolta giovedì 16 marzo presso la sede del Dipartimento veterinario di Barzio, la prima edizione del “Microchip Day“. Scopo dell’iniziativa era quello di offrire la possibilità di identificazione tramite microchip e la conseguente iscrizione dei cani all’anagrafe con una tariffa agevolata ed orari serali. L’evento, che ha riscosso particolare successo, è stato organizzato con la collaborazione di ENPA, al fine di incrementare la percentuale di cani identificati.

Sono stati identificati 16 animali – spiega il Direttore del Dipartimento Veterinario di ATS Brianza dr. Diego Perego – un numero che riteniamo molto positivo considerando il fatto che senza questa opportunità probabilmente questi proprietari, per motivi vari, non avrebbero registrato i loro animali. Crediamo che la scelta di offrire un servizio con condizioni agevolate, economiche, di orari e di prossimità, sia la strada giusta per combattere il problema”.

Il primo “Microchip day” ha avuto luogo nella provincia di Lecco, in particolare nel comprensorio dei Comuni della Valsassina, dove attualmente sono identificati solo il 60% dei cani ritrovati, con il primario scopo di rintracciare i proprietari dei cani smarriti.

La buona riuscita di questa prima iniziativa – conclude il dr. Perego – porterà sicuramente all’organizzazione di altre giornate di questo tipo, con orari maggiori, sempre partendo dal territorio valsassinese”.

La Legge Regionale

Si ricorda che la Legge Regionale n. 33 del 30.12.2009 e s.m.i., prevede che tutti i cani siano identificati con microchip e contestualmente iscritti all’anagrafe animali d’affezione regionale secondo la seguente tempistica:

– cuccioli: entro 30 giorni dalla nascita e comunque prima della loro cessione a qualsiasi titolo;
– cani adulti: entro 15 giorni dall’inizio del possesso.

Il microchip contiene un codice di 15 cifre, è inalterabile e sicuro, viene applicato con una siringa sul lato sinistro del collo o della spalla e letto avvicinando un apposito lettore all’animale.
L’iscrizione prevede la registrazione informatica dei dati anagrafici del proprietario, del detentore e dell’animale in modo da garantire la veloce restituzione degli animali in caso di smarrimento.

I dati presenti in anagrafe permettono di conoscere la consistenza e la distribuzione della popolazione regionale degli animali d’affezione, in modo da predisporre interventi appropriati di prevenzione dell’abbandono, tutela sanitaria e protezione degli animali, per monitorarne i risultati.

(Visited 64 times, 1 visits today)

LEAVE YOUR COMMENT