1. Home
  2. economia
  3. ACINQUE: IN ARRIVO INVESTIMENTI E DIVIDENDI
ACINQUE: IN ARRIVO INVESTIMENTI E DIVIDENDI

ACINQUE: IN ARRIVO INVESTIMENTI E DIVIDENDI

28
0

Monza, 15 marzo 2023 – Il Consiglio di Amministrazione di Acinque S.p.A. ha approvato il bilancio consolidato del Gruppo e il progetto di bilancio separato della Holding per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2022 e, contestualmente, la Dichiarazione consolidata di carattere non Finanziario 2022 ai sensi del D.Lgs. 254/2016.

I dati economici e gestionali riferiti all’esercizio 2022 non comprendono, in applicazione del principio contabile internazionale IFRS 5, i risultati relativi alle concessioni distribuzione gas non strategiche detenute dal Gruppo (riferiti alla controllata Serenissima Gas e al ramo d’azienda relativo alla concessione gas di Mogliano Veneto, detenuto dalla società controllata Lereti), la cui cessione si è perfezionata il 1° aprile 2022. I dati economici e gestionali riferiti al 2021 risultano omogenei in quanto esposti in conformità al principio contabile internazionale IFRS 5.

L’ammontare complessivo dei ricavi delle vendite consolidate nell’esercizio 2022 risulta pari a 710,2 milioni di Euro, in importante incremento rispetto al 2021 (469,2 milioni di Euro) principalmente per effetto dello straordinario rialzo dei prezzi dei vettori energetici connesso al particolare contesto che ha caratterizzato i mercati nel 2022, per il forte sviluppo delle attività di efficientamento energetico (ecobonus e superbonus 110%) e per la posta di 15,3 milioni di Euro relativa alle c.d. “Partite Pregresse” su tariffe idriche4 riferibili agli anni 2010 e 2011.

Nella voce “Altri ricavi” sono inclusi anche i proventi riconosciuti dal legislatore a titolo di contributi nella forma di crediti d’imposta e determinati pro quota in base all’incremento dei costi energetici sostenuti a partire da aprile 2022 dalle imprese non energivore e non gasivore, rispetto ai medesimi periodi dell’anno precedente.

I costi riferiti al personale, espressi al netto delle poste capitalizzate per investimenti (pari a 11,0 milioni di Euro), ammontano a 40,1 milioni di Euro, in flessione rispetto corrispondente periodo 2021 (43,6 milioni di Euro, al netto di capitalizzazioni per 10,6 milioni di Euro) principalmente per effetto delle uscite del personale relativo alla concessione igiene urbana del Comune di Varese, cessata in data 31 dicembre 2021 (sul punto si rinvia al paragrafo “Eventi rilevanti dell’esercizio 2022”).


Gli altri costi operativi dell’esercizio 2022 sono pari a 569,7 milioni di Euro, anch’essi in importante crescita rispetto al 2021 (336,2 milioni di Euro), correlata a quella dei ricavi, con particolare riferimento allo scenario energetico ed ai costi relativi allo sviluppo delle attività di efficientamento energetico, sopra commentati.

La gestione operativa consolidata evidenzia un Margine Operativo Lordo pari a 100,3 milioni di Euro, in sensibile miglioramento rispetto al 2021 (89,5 milioni di Euro) grazie soprattutto al contributo della BU Reti per effetto delle suddette “Partite Pregresse” in ambito idrico che hanno più che compensato, in tale BU, l’incremento dei costi per consumo di energia elettrica, legati allo scenario energetico e la riduzione del WACC imposto dalla Delibera ARERA 614/2021/R/com per i servizi infrastrutturali dei settori elettrico e gas nel periodo 2022-2027.

La BU Reti ha inoltre usufruito del contributo sotto forma di credito di imposta, prima citato, riconosciuto dal legislatore a parziale mitigazione degli aumentati costi energetici. In crescita anche i risultati della BU Energia e Tecnologie Smart che ha beneficiato, in particolare nella cogenerazione, degli elevati quantitativi di energia elettrica venduti e dell’effetto prezzi derivante dallo scenario energetico e, nelle attività di efficientamento energetico, dello sviluppo degli interventi Ecobonus e Superbonus 110%. Anche il margine della BU Energia e Tecnologie Smart beneficia del contributo sotto forma di credito di imposta già menzionato a parziale mitigazione degli alti costi energetici.

La BU Vendita ha registrato una flessione a causa principalmente della sensibile riduzione dei volumi gas conseguente sia alla climatica particolarmente mite, sia alle richieste da parte del Governo di risparmio energetico, che alla riduzione dei clienti in portafoglio, oltre agli effetti causati dallo straordinario scenario prezzi, seppur il tutto mitigato dal sensibile miglioramento della vendita Energia elettrica grazie alla crescita dell’attività. Anche la BU Ambiente, pur rilevando il miglioramento delle attività del termovalorizzatore, ha evidenziato un peggioramento dell’igiene urbana in conseguenza della cessazione della concessione del Comune di Varese in data 31 dicembre 2021 ed all’incremento dei costi operativi causato anche dal rilevante aumento dell’inflazione.

EBITDA1 pari a 100,3 ml. di Euro
(89,5 ml. di Euro nel 2021) +12,1% ed include il provento di 15,3 milioni di Euro per partite pregresse in ambito idrico

EBIT2 pari a 37,3 ml. di Euro
(31,8 ml. di Euro nel 2021) +17,3%

Risultato Netto pari a 30,8 ml. di Euro
(44,5 ml. di Euro nel 2021) -30,8%, il 2021 includeva importanti benefici fiscali non ordinari

Investimenti per 69,4 ml. di Euro
(79,9 ml. di Euro nel 2021)

Indebitamento finanziario netto pari a 241,5 ml. di Euro
(190,1 ml. di Euro al 31.12.2021), con Leverage3 pari a 0,46 (0,37 al 31.12.2021) e solido rapporto Indebitamento/Ebitda a 2,4x

Proposto Dividendo pari a 0,085€/cent per azione
(0,095 €cent per azione nel 2021), in linea con dinamica del risultato netto

(Visited 28 times, 1 visits today)
tags:

LEAVE YOUR COMMENT